Home Comunicati stampa

Comunicati stampa

CORSI STATALI GRATUITI SERALI/DIURNI

 IL CPIA ORGANIZZA: 

CORSI STATALI GRATUITI  SERALI/DIURNI PER ADULTI E RAGAZZI DAI 16 ANNI IN SU
 

I CORSI SI TERRANNO NELLA SCUOLA MEDIA DI SETTIMO S. PIETRO  VIA CARDUCCI 1
 

MODULI DI ISCRIZIONE AI CORSI:
 

• SCUOLA MEDIA SETTIMO S. PIETRO VIA CARDUCCI 1

 • SCARICABILI DAL SITO  www.comune.settimosanpietro.ca.it  http://cpia1karalis.edu.it/index.php/modulistic

 

E' POSSIBILE ISCRIVERSI ON LINE SUL PORTALE DEL CPIA   www.cpia1karalis.edu.it  

 

CONTATTI: Tel. 3281175658
SPORTELLO: Via Trincea delle Frasche, Cagliari
CERCACI ANCHE SU FACEBOOK: CPIA1.CAGLIARI

 

 Locandina 

 

 

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

HOME CARE PREMIUM 2019

SPORTELLO SOCIALE

 

  

Servizio di SPORTELLO TELEFONICO

  

Il numero di telefono dedicato per informazioni, consulenza familiare e assistenza in ordine al Progetto HOME CARE PREMIUM e alle relative prestazioni, alle tematiche e problematiche afferenti la non autosufficienza e in merito ad ogni iniziativa, opportunità e beneficio a supporto della condizione di non autosufficienza, è il: 070 8006305.

 

A partire dal 1 Luglio 2019 il servizio sarà attivo nei seguenti orari:

Lunedì: ore 9.00 - 13.00

Martedì: ore 9.00 - 13.00

Mercoledì: ore 9.00 - 13.00

Giovedì: ore 9.00 - 13.00

Venerdì: ore 9.00 - 13.00

  

  

Servizio di SPORTELLO ALL’UTENZA

  

A partire dal 1 Luglio 2019 lo Sportello Sociale HCP osserverà i seguenti orari di apertura al pubblico:

Lunedì: ore 8.30 - 13.30

Martedì: ore 9.00 - 12.00 e 15.00 - 17.00

Mercoledì: ore 8.30 - 13.30

Giovedì: previo appuntamento (e solo in casi particolari)

Venerdì: ore 8.30 - 13.30

  

  

Sportello Sociale HCP - Contatti

Assistente Sociale dr. Salvatore Picconi           e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Assistente Sociale dott.ssa Stefania Caschi     e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Sportello Sociale - Segreteria

Istruttore amministrativo dott.ssa Giorgia Vargiu

e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

posta elettronica certificata: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

CARPEDIEM

Informativa CA.R.P.E.D.I.E.M.

 

Informativa rivolta alle organizzazioni del Terzo Settore, ai soggetti autorizzati allo svolgimento di attività di intermediazione, ai soggetti sociali solidali, agli enti di gestione pubblico-privata, alle agenzie formative accreditate.

 

Cliccando qui è possibile accedere all'informativa.

 

REI - Reddito di Inclusione

 

alt

 

Programma Operativo Nazionale (PON) Inclusione (FSE 2014-2020)

 

Il Programma Operativo Nazionale (PON) Inclusione, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo, ha come obiettivo generale, la creazione di un modello di welfare basato sull’inclusione attiva, rafforzando i servizi territoriali e il loro ruolo nei confronti dei cittadini beneficiari delle misure di sostegno al reddito, finalizzati a combattere la povertà e ogni forma di discriminazione, al fine di superare l'attuale disomogeneità territoriale.

 

Il Programma, si è rivelato uno strumento prezioso di accompagnamento della riforma che ha portato nel 2018 alla misura nazionale di contrasto alla povertà denominata REI (Reddito di inclusione), che dal 1° marzo 2019, data l’introduzione del Reddito di cittadinanza, non può più essere richiesto.

A dicembre 2018, con Decisione C (2018) n. 8586, la Commissione Europea, ha adottato la terza versione del PON inclusione.

A seguito di questa seconda riprogrammazione, la nuova disponibilità finanziaria del PON ammonta a 1.249.204.169 euro, comprensiva di risorse UE e nazionali. Le risorse UE (Fondo Sociale Europeo) ammontano a 883.150.000 euro, mentre la corrispettiva quota di cofinanziamento nazionale è pari a 366.054.169 euro.

 

Dal 1° dicembre 2017 è possibile richiedere il

Reddito di Inclusione Attiva, REI

presso il Comune di residenza

 

Cos'è il ReI?

 

Il REI è una misura di contrasto alla povertà in favore di famiglie e persone in difficoltà economica che si concretizza tramite:

 1. un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica, la Carta REI;

2. un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà.

 

Dal 1° gennaio 2018 il REI sostituirà il SIA (Sostegno per l'inclusione attiva) e l'ASDI (Assegno di disoccupazione).

 

 A chi si rivolge?

 

Il ReI, a partire dalle domande presentate dal 1° giugno 2018, sarà erogato ai nuclei familiari in possesso congiuntamente dei seguenti requisiti economici:

- un valore ISEE in corso di validità non superiore a 6 mila euro

- un valore ISRE ai fini ReI  (l’indicatore reddituale dell’ISEE diviso la scala di equivalenza al netto delle maggiorazioni) non superiore a 3 mila euro

- un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20 mila euro

- un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti, etc.) non superiore a 10 mila euro (ridotto a 8 mila euro per due persone e a 6 mila euro per la persona sola).

 

Per accedere al ReI è, inoltre, necessario che ciascun componente il nucleo:

- non percepisca già prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria

- non possieda autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità)

- non possieda imbarcazioni da diporto.

Per le domande con data di presentazione pari o successiva al 1° giugno 2018 non è, pertanto, richiesto alcun requisito di tipo familiare.

 

 

Per ulteriori informazioni e per la presentazione dell’istanza, rivolgersi ai servizi sociali del proprio Comune di residenza.

 

Sportello Sostegno per l'Inclusione attiva

 

 Assistente sociale Alessandra Bullita e-mail:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. lus21.it

Assistente sociale Chiara D'Ovidio e-mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 Psicologa Monica Sanna e-mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Istruttore Amministrativo Francesca Pala email:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Telefono Assistenti sociali 070 7564916.

 Telefono Ufficio Amministrativo 070 767214.

E-mail P.E.C (posta elettronica certificata): Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Programmi scaduti:

 

Cosa è il SIA?

 

Il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà  che prevede l'erogazione di un beneficio economico e la realizzazione di un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa. Il beneficio è concesso per un periodo massimo di 12 mesi.

 

Requisiti di accesso del richiedente:

 

  • essere cittadino italiano o comunitario o suo familiare titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;

  • essere residente in Italia da almeno due anni.

 

Requisiti di accesso del nucleo familiare risultante nella DSU ai fini ISEE:

 

  • essere in possesso di un ISEE in corso di validità inferiore o uguale a 3mila euro;

  • non percepire altri trattamenti economici erogati da Enti Pubblici per un valore complessivo superiore a euro 600 mensili (elevati a 900 euro in presenza di persone non autosufficienti nel nucleo);

  • nessun componente deve essere beneficiario di NASPI o ASDI o altri strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati;

  • non possedere autoveicoli immatricolati la prima volta nei 12 mesi prima della presentazione della domanda oppure non possedere autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc;

  • presenza di almeno un componente minorenne o un componente con disabilità e almeno un suo genitore, o donna in stato di gravidanza accertata.

 

Il sussidio economico è subordinato all'adesione da parte del nucleo familiare beneficiario ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, predisposto con i Servizi Sociali del Comune in collaborazione con il Servizio Sociale per il SIA del Plus 21.

 

Per chiedere ulteriori informazioni, e/opresentare l’istanza, rivolgersi ai servizi sociali del proprio Comune di residenza.Le richieste possono essere presentate entro e non oltre il 31.10.2017

 

 

Documenti Consultabili:

COME FUNZIONA IL SIA

LINEE GUIDA

DECRETO 26 MAGGIO 2016

DECRETO 16 MARZO 2017 - MODIFICHE AL SIA

AVVISO 3/2016

CIRCOLARE 2 FEBBRAIO 2009.

 

PROGRAMMA SIA - SOSTEGNO PER L'INCLUSIONE ATTIVA

 

Con Decreto 26 maggio 2016 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze (così come modificato con Decreto del 16.03.2017), è stato avviato sul territorio nazionale il Programma S.I.A. – Sostegno per l’Inclusione Attiva.

  

Gli interessati possono prendere visione dei documenti di seguito pubblicati:

  

Avviso Pubblico relativo al Programma Ministeriale SIA - Sostegno per l'inclusione attiva per l'anno 2017

Decreto Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 26 Maggio 2016

Decreto Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 16 Marzo 2017

Modello della Domanda SIA - Anno 2017

 

 

 

 

 
Altri articoli...